Il bar di varasca

  1. adoro gli acquerelli.
    tu hai un tratto onirico, specie nelle prime due tele che è molto suggestivo.
    particolari, sul tavolino in “due”, le gocce ipercromatiche dei bicchieri, che m’appaiono come chicchi di caffè giganti.
    molto bene.

  2. mi fa molto piacere che vi piacciano i cafferelli. in effetti, aitan, sto meditando se proporre all’oste di appenderne altri, tanto più che le parole da bar non mi si vogliono coagulare sulla lingua… ho la parola impastata :-))

  3. zia,
    come recita la dicitura sul cartone, di fianco alla macchinetta in ufficio, “porzioni monodose di caffè macinato” e “confezione per uso professionale” (che aggiunge quel tocco di tecnicismo che fa tanto fiCo).
    ristretto e molto zuccherato, è meglio.

  4. xdanì,
    rigrazie davvero 😉

    evacarrié,
    terrò il tuo commento come boa di salvataggio, dovessi rimanere disoccupato! un po’ rimpiango di non aver mai provato a farlo, perché quando li vedo un po li invidio..

    trià,
    eh, grazie, non so, forse, boh…
    ma sono contentissimo che vi piacciano :-)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...